dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« Mondo Bot  | Main | Capire la complessità dei siti Web cinesi » 

Facebook nei guai?

Facebook e i social sotto scacco fra accuse di !Filter Bubble bufale ed uso crescente di !Ad Blocker.

L'elezione di Trump ha fatto sì che i social in generale e Facebook in particolare finisse sotto il banco degli imputati per due imporanti ragioni:

1) alimentare il fenomeno di !Filter Bubble creando generazioni di utenti accomodati nelle proprie convinzioni che difficilmente si confrontano con correnti di pensiero diverse dalle proprie e da quelle delle proprie reti di relazioni;

2) essere veicolo di !Hoax ovvero notizie false (o bufale che dir si voglia) che contribuiscono sicuramente a deformare convinzioni e credi politici anche grazie al fenomeno di filter bubble succitato.

Non è un questione di poco conto che lascerà sicuramente il segno perché quando una macchina da inserzioni pubblicitarie perfetta come quella di Facebook si scontra con la sua natura auto-referenziale il corto circuito che si scatena può portare a conseguenze imprevedibili.

Scenari preoccupanti soprattuto se riferiti ai !nativi digitali che non solo dovrebbero istruiti a procedure di verifica dell'informazione online ma che sono i primi a disaffezionarsi a Facebook e a disinnescare sempre più (il 50%) le sue procedure di advertising adottando apposite app ad-blocker che sembravano affliggere i soli motori di ricerca i quali viceversa si smarcano più facilmente dall'accusa di !Filter Bubble lasciando comunque la libertà all'utente finale di cercare ciò che vogliono senza pre-concetti indotti.

Facebook-ad-blocker

 

feed xml di Scacco al Web

Inserito il 20 di novembre 2016
Permalink

Pubblicità

Commenti