dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« La rinascita dei QR Code passa dalla Cina?  | Main | il Design si fa Social? » 

Virus truffe e bufale a portata di click

Con l'avvento dei !crypto loacker difendersi dai virus è diventata una questione di sopravvivenza per privati ed aziende: diventa sempre più importante un uso consapevole del digitale e del Web.

Chiariamo subito una cosa: si parla comunque di linguaggi... che sia un virus che ha bisogno di un interlocutore artificiale che capisce e funziona secondo un determinato linguaggio-codice o una bufala od imbroglio che ha bisogno di un interlocutore umano con il quale comprendersi attraverso un testo interlocutorio si parla comunque di linguaggi.

Utilizzare un sistema operativo meno diffuso e più sicuro come MAC OS o ancor meglio uno che alle caratteristiche di prima aggiunge l'attitudine open-source e l'assegnazione di permessi operativi ad utenze diversificate come Linux è una buona premessa per evitare a priori una serie di guai: ciò non toglie che anche il maggioritario popolo di Windows ha tutti i diritti di acquisire quella consapevolezza necessaria per sopra-vivere al meglio col digitale e su Internet.

fonte -> formato info digitale-> azione

La prima domanda da porsi è quella sulla fonte da cui arriva un'informazione: chi mi sta DAVVERO mandando un file o un'informazione? Verificare sempre la fonte di provenienza è fondamentale ed anche se non ci si vuole addentrare negli approfondimenti metodologici di approcci ragionati come CHI dice COSA è indispensabile analizzare con precisione gli indirizzi email e gli indirizzi web senza fermarsi alle apparenze e possibilmente arrivando ad analizzare gli !header dei messaggi di posta ricevuti così come il !codice sorgente dei domini ed indirizzi web pervenuti.

Il secondo passo è quello di riflettere sul formato dell'informazione digitale che ci viene proposta perché esistono tantissimi formati come .exe .zip .pif o addirittura .doc che possono innescare procedure dannose per il computer: ecco che allora la prima domanda da porsi è quella sulla ragione per cui una determinata informazione è stata prodotta in un determinato formato dopodiché prendere tutti gli accorgimenti possibili (adozione di anti-virus compresi ma soprattutto !backup ricorsivi) per poter operare serenamente.

Discorso a parte meritano le chiavette usb che dovrebbero essere utilizzate con molta parsimonia essendo potenziali diffusori di virus e software spia o addirittura dannoso così come è importante diffidare da comunicazioni grammaticalmente scorrette e tenere sempre aggiornato il software che si utilizza.

Stare comunque sempre vigili ed imparare gli accorgimenti per evitare le molte modalità di contaminazione basate perlopiù su falsi e comunicazioni da falsi amici: imparare ad analizzare email dannose magari in inglese rimane la palestra più importante per mantenersi sani (almeno sul web ;) domandandosi sempre: ma cosa mi vuol far fare questo? e come dicevano gli antichi latini: cui prodest?

Combattere-virus-online

feed xml di Scacco al Web

Inserito il 21 di ottobre 2016
Permalink

Pubblicità

Commenti