dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« Una bambina precoce ci ricorda il valore della memoria (digitale)  | Main | Nielsen onora il primo di aprile (evidentemente) » 

Accessibilità vuol dire innovazione e anche possibilità di impiego

Chi pensa che l'accessibilità sia una grigia materia da oscuri addetti ai lavori non può neanche immaginare quanta creatività, sviluppo, innovazione ed anche possibilità di impresa ed impiego si nasconde dietro una prospettiva di vita migliore per tutti.

La storia di Aipoly è una storia internazionale ma anche molto italiana (andate a curiosare sugli About...) è la storia di un'ennesima app per migliorare la vita ai non-vedenti che utilizza un meccanismo di !Intelligenza Artificiale auto-apprendente per il riconoscimento e la descrizione degli oggetti inquadrati dallo smartphone in uso. E' una storia di ingegno, creatività, forte sviluppo industriale del tutto in sintonia con i tanti posti di lavoro offerti mensilmente per esperti di accessibilità nello scenario internazionale (particolarmente anglosassone).

Sono tantissime le iniziative in crescita in ambito accessibilità e quasi tutte che prendono beneficio dallo sviluppo di tecnologie digitali: dalle interfacce vocali d'aiuto a molte categori di persone disabili agli occhiali che risolvano i problemi di daltonismo per finire a soluzioni molto nerd come la distribuzione Linux SONAR specificatamente ideata per includere tutti pacchetti software (liberi) esistenti in tema di accessibilità.

Aipoly-x-non-vedenti

Inserito il 24 di marzo 2016
Permalink

Pubblicità

Commenti