dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« novembre 2013 | Main | gennaio 2014 »

Analytics per le app mobili

Una app tira l'altra ma poi cosa sappiamo chi le utilizza e come?

Analytics-app-mobiliOramai le analytics per i siti Web sono un must per cui non esiste un Webmaster che non sappia delle ultime mirabolanti possibilità di monitoraggio di Universal Analytics (ultima creatura di Google in materia) capace di raccontarci tutto ma prorpio tutto su chi-come-da_dove-ecc. visita il proprio sito Web.

E per le app? Non molti sanno che esistono oramai possibilità analoghe possibilità offerte da Google e compagnia per misurare con precisione come viene utilizzata la propria app. A cominciare da servizi ancora di sapore un po' sperimentale come le Analytics per app mobili che "fornisce gli strumenti e le metriche necessarie per analizzare e valutare il rendimento delle applicazioni, tra cui:

  • numero di installazioni
  • dispositivi e reti utilizzati per accedere all'app
  • posizione geografica dei visitatori e lingue parlate dai visitatori
  • acquisti complessivi in-app
  • monitoraggio personalizzato di contenuti speciali come i video
  • numero di schermate visualizzate per visita e ordine di visualizzazione delle schermate utilizzato dai visitatori"

ma se non si vuole sempre ricadere su soluzioni Google-oriented allora esistono anche possibili alternative già collaudate in materia come le analytics di Countly che adirittura fornisce la possibilità di vederlo in azione tramite una demo online.

Dunque, ora che siete stati così nerd nel fare la vostra app avete anche il coraggio di capire se viene utilizzata in maniera consona alle aspirazioni progettuali?

Inserito il 28 di dicembre 2013
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Faccia da Web instant-book

Esce un instant-book (ma destinato a durare ;) sui nativi digitali distribuito liberamente online a cura dell'Associazione Simpatico Mimetico di Sesto Fiorentino (Firenze).
 
Il libro Faccia da Web viene distribuito in forma cartacea agli studenti delle scuole medie superiori del circondario fiorentino e ai loro genitori con la collaborazione delle istituzioni locali:  gli autori Enrico Bisenzi, Mirella Castigli e Lorenzo Guasti si rendono disponibili per partecipare eventualmente ad iniziative di presentazione del libro unitamente a confronti con altre persone interessate e addetti ai lavori coinvolti sull'argomento.
 
Simpatico_mimetico-instant-bookFaccia da Web      
La Bit Generation fra app web & social ma anche no
Enrico Bisenzi, Lorenzo Guasti, Mirella Castigli
 
INDICE LIBRO:  
1) Faccia da Social: dimmi chi sei e ti dirò quale social fa per te  
2) Scuola Digitale: come prepararsi alla rivoluzione copernicana fra i banchi di scuola  
3) APProposito di... le App che non puoi non conoscere  
4) Grafico Online è possibile  
5) Foto Racconti per Creatività emergenti  
6) Sopravvivere in viaggio grazie alle app e al Web  
7) Imparare le lingue (anche morte) con i social network  
8) Scrivi, scrivi che qualcosa rimane... oppure no? (la questione della memoria digitale)  
9) Salvaguardare la propria immagine in Rete  
10) Bit Coin: l'economia corre sul Web  
11) Abbiamo perso la privacy manteniamo almeno il buon senso  
12) !abracadabra glossario di parole magiche per sopravvivere nel futuro
 
INSERTO SOPRAVVIVERE AL DIGITALE  
Genitori - Istruzioni per l'uso  
1) Insieme: giocare, studiare, spippolare insieme...  
2) Sei Connesso? Aggiornarsi su topics & gergo giovanil-tecnologico per mantenere un minimo di credibilita' e magari aspirare ad un livello 'guru'  
3) È una questione di salute (psicologica ma anche fisiologica...)  
4) A mali estremi-estremi rimedi  
 
Instant Book: http://www.digiarte.info/book/bit-generation.pdf
 Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported (CC BY-NC-ND 3.0)  
Novembre 2013

Inserito il 16 di dicembre 2013
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Marketing creativo ma la politica rema contro il mercato

Si succedono novità ed idee in tema di marketing digitale mentre la politica  e le istituzioni italiane pensano bene di dichiarare guerra contro la Rete.

Si è concluso da pochi giorni lo iab FORUM molto concentrato su tattiche consolidate come il mail marketing ma anche frontiere nuove ed interessanti come quella del sentiment, l'8°  convegno GT si sta invece per tenere oltre a temi classici come il social e le analytics giustamente pone questioni emergenti rilevanti come l'interazione con i mercati e i relativi motori di ricerca russi e cinesi Yandex e Baidu.

Ie-animeA livello internazionale poi colpisce la creatività di alcuni colossi come Microsoft che strizza l'occhio per affermare il proprio browser IE a festival asiatici sul fenomeno anime addirittura creando un apposito avatar su Facebook (Inori Aizawa).

Di fronte a tutta questa creatività ed esplosione di idee stride l'inziativa in corso dell'AgCom italiana ed il suo (altrettanto fantasioso ma in negativo...) , regolamento sul diritto d’autore che le consentirà di cancellare i siti sospettati (sospettati!?!) di non rispettarne le norme. Della serie il mercato digitale è uno dei pochi a crescere anche in Italia ed allora è bene dargli una botta per ammazzarlo sul nascere?

Enrico Bisenzi speriamo che Inori Aizawa incontri l'AgCom e gli faccia un mazzo così...

 

 

Inserito il 12 di dicembre 2013
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Web ed App sempre più integrate sempre più monitorabili

Nuovi strumenti e nuovo opportunità tecnologiche per considerare la comunicazione digitale nel suo complesso ed analizzarla con sempre più precisione.

Social-analyticsSono ancora in pochi a conoscerlo e ancor meno ad utilizzarlo ma Shareaholic è veramente uno  strumento prezioso di Web Analytics per comprendere come viene usato un sito Web tramite i social (chi condivide determinato contenuto e attraverso quali canali...) ed è solo uno dei tanti strumenti a disposizione degli espertoni di usabilità per cercare di capire ed ottimizzare il funzionamento dei diversi canali della comunicazione digitale.

Se SimilarWeb è abbastanza sorprendente per la precisione dell'andamento (trend) più che dei dati quantiativi desumibili di un sito Web di cui non si ha controllo diretto è la nuova funzione App Indexing for Google Search a sorprendere gli addetti ai lavori...

In  pratica si ha la possibilità di collegare il proprio sito Web alla corrispondente app in mnaiera tale che quando emerge un determinato risultato di ricerca l'utente finale ha la possibilità di aprire anche l'app a cui fa riferimento il risultato nella serp di Google (serp significa Search Engine Results Page). Un'altra freccia al proprio arco che permetterà a Google di consolidare ulteriormente il suo primato nei mercati dell'OS mobili.... 

App Indexing for Google Search

Inserito il 4 di dicembre 2013
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità