dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« Provaci ancora Axis  | Main | La privacy al centro delle attenzioni dei Big del digitale » 

La pornografia emozionale di Facebook

Esce un interessante libro di Ippolita sul fenomeno Facebook.

Dopo +kaos la scena hacktivist italiana ci regala un'altro saggio molto interessante stavolta di analisi sociologica della comunicazione digitale mainstream.

Il collettivo Ippolita pubblica Nell'acquario di Facebook ovvero una lucidissima e critica analisi del fenomeno Facebook sotto vari punti di vista.

Acquario-facebookMolta attenzione è posta sulle ragioni anche psicologiche per cui Facebook è diventata una attrattiva tanto forte arrivando a parlare di una sorta di pornografia emotiva che coinvolge tutto e tutti.

L'abbandono della privacy per una fase di esibizionismo di massa travalica sicuramente i tentativi dei tanti servizi auto-organizzati come donttrack che tentano di limitare o quanto meno far prendere coscienza della deriva di privacy in Rete ad opera dei meccanismi di raccolta dati e marketing operati da Facebook ed altri Big del digitale come Google.

Se però a Google gli si riconosce una certa utilità sociale cognitiva tanto da definirlo illuminista sono Facebook ed altri servizi che esibiscono dati personali online a ricevere gli strali del collettivo di Ippolita.

Inaspettamente, anche Wikileaks finisce nel mirino delle critiche in quanto meccanismo di un voyeurismo di massa globale che diventa funzionale al rafforzamento di una società dello spettacolo che è substrato indispensabile per l'anarco-capitalismo alla Faebook.

Una delle conclusioni più condivisibili di questa meritoria opera rimane l'invito a riconsiderare con la dovuta attenzione lo slogan più noto di McLuhan ovvero "il mezzo è il messaggio" e quindi rimettere al centro delle nostre attenzioni il contenuto indipendemente dalle piattaforme con le quali si voglia distribuirlo...

Enrico Bisenzi

Inserito il 7 di giugno 2012
Permalink

Pubblicità

TrackBack

Permalink
http://www.typepad.com/services/trackback/6a00d83451b2c469e20168ebe87759970c

Lista dei blog che mi linkano "La pornografia emozionale di Facebook":

Commenti

Grazie ferry,

per come ci avevi distrutto Open non è Free, non mi aspettavo questa recensione positiva (:

che dici, a otto anni di distanza dal nostro primo testo, non è che forse ci avevamo preso?

un caro saluto
e ancora grazie

h

Inserito da h il 17 di luglio 2012, 12:41

Fortunatamente si cambia opinione col tempo :) comunque nego, assolutamente nego ;) che la mia fosse una stroncatura del testo sui motori

Inserito da ferry il 17 di luglio 2012, 02:34