dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« febbraio 2011 | Main | aprile 2011 »

Anagrafe mondiale di Facebook

Uno strumento statistico in flash ci aiuta a comprendere la diffusione di Facebook.

Facebookstatisticheplacebook Sviluppata da una Università della Repubblica Ceca, placebook ci consente di vedere la diffusione di Facebook nel mondo.

Particolarmente interessante la sezione structure dove si trovano i dati di partecipanti a Facebook suddivisi per fasce di età.

Inserito il 31 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Quello che le Apps non potranno mai fare

La potenza ed efficacia comunicativa dei forum sul web non ha per ora alternative valide.

Building-social-web-apps I forum di Zeus News, ad esempio,  si rivelano essere sempre una fonte inesauribile ed utile di informazioni tecniche sul mondo digitale e con un occhio di riguardo al mondo dell'open source e del software libero.

Basta curiosare su due recenti thread come le distribuzioni per un vecchio PC oppure su come installare Linux su chiavetta USB per rendersi conto di come la comunicazione bidirezionale del Web abbia ancora un suo perchè.

Se si confronta tutto ciò con il luccicante ma freddo universo informativo delle apps, dove il confronto fra utenti è presente raramente e solo in forma indiretta, c'è da riflettere seriamente sul modello comunicativo che ognuno di noi è libero di scegliere (per ora).

Enrico Bisenzi

Inserito il 30 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Mobile Learning alla periferia di Firenze

Un'innovativa esperienza di educazione ai media sfrutta i feticci adolescenziali della comunicazione digitale.

Il più delle volte strumenti digitali di utilizzo comune come Facebook sono usati acriticamente senza provare a sfruttarne le intrinseche potenzialità comunicative per usi magari intelligenti e di utilità sociale.

Il progetto Piagge Mobili ha il merito di avere saputo intercettare la passione degli adolescenti verso alcuni totem della modernità digitale per coinvolgerli (un gruppo di loro) in un percorso di auto-formazione.

Pozzo-della-rete Nato all'interno di RETE (Ragazzi E TErritorio) - un progetto più ampio per evitare la delocalizzazione e la disaggregazione di giovanissimi delle Scuole medie superiori di primo grado eguiti dai servizi sociali - il cuore del progetto Piagge Mobili è costitutito da un mini-corso (dodici ore, volutamente breve per non correre il rischio di dispersioni ed assenze) che ha avuto come risultato finale un paio di cortometraggi video realizzati dai partecipanti al corso.

La particolarità del corso sta nella sua centralità tecnologica ma ancor più nella capacità di riuscire a far raccontare e raccontare di sè i suoi giovanissimi partecipanti.

In pratica gli improvvisati attori-registi-cameramen-seceneggiatori (eccetera) grazie a propri smartphone, al profilo facebook Il Pozzo della Rete e ad un computer macintosh con iMovie a bordo hanno giocato a fare dei video ma hanno anche imparato a raccontare, raccontarsi e a prendere un minimo di dimestichezza tecnica con gli strumenti e le procedure necessarie per realizzare un cortometraggio.

La scelta degli strumenti tecnologici è ricaduta su ciò di quanto più familiare potesse essere per un target del genere ed in particolare compatibile con i dispositivi mobili che rimangono il centro di interesse per l'età adolescenziale.

PiaggeMobili I racconti sono stati realizzati partendo da visite al quartiere delle Piagge di Firenze durante le quali venivano realizzate delle foto o degli spezzoni video intorno ai quali si sviluppava un dibattito collettivo su come potevano essere realizzati i racconti che manco a dirlo nascevano via Sms e pubblicati sul profilo di Facebook dopo che, di sms in sms scambiati fra i vari ragazzi e ragazze, si arrivava ad una bozza di testo condivisibile che comunque risente del tipico stile sintetico e ricco di abbreviazioni di chi usa le varie tastierine più o meno touchscreen.

La divisione nei vari ruoli necessari per svolgere i filmati ed i racconti è stata determinante per stimolare un interesse ed un entusiasmo che si è diffuso oltre i confini del corso aggregando anche altri giovani del quartiere.

Completamente autorganizzato ed autofinanziato ed il tutto grazie all'impegno di Fabrizio Martini (operatore del progetto Rete in qualità di educatore) e Isabella Bruni (media educator e dottoranda de La Sapienza di Roma) ed alla supervisione di Maria Ranieri (docente universitaria) nonchè all'ospitalità del locale Centro Sociale Il Pozzo.

Storie semisconosciute di periferia dove fra palazzoni e piazze assolate si possono trovare sperimentazioni di indubbio valore scientifico e sociale.

Enrico Bisenzi

Inserito il 29 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Firefox 4

Più schermo e più veloce ma meno consapevolezza dell'utente finale.

Si... bello il nuovo Firefox 4 che assomiglia un po' di più all'emergente Chrome con la sua grafica così essenziale e soprattutto indubbiamente più veloce.

Firefox4 La cosa che colpisce di più è la possibilità di utilizzare, per la visualizzazione e la fruizione dei siti web, di molto più schermo ma a scapito della consapevolezza dell'utenza finale.

In stile apps (si potrebbe dire...) l'utente ora ha una esperienza più piena e soddisfacente del sito web che sta visitando ma il fatto che siano spariti - letteralmente - dalla vista molti menù rende l'utilizzo del sito Web, per gli utenti meno esperti e meno curiosi, sicuramente meno interattivo.

A cominciare dalle possibilità del tipo File-Visualizza-Sorgente che non sono più in evidenza come prima cresceranno eserciti di utonti Web con minore consapevolezza di ciò che hanno di fronte? ...a meno che non si ritrovino a curiosare fra i menù oramai nascosti o pigiare per sbaglio il click destro del mouse...

Enrico Bisenzi

Inserito il 28 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Uno su cento compra online

Un visitatore su cento acquista su piattaforma e-commerce.

Migliorare-le-conversioni-di-un-e-commerce Per motivi di lavoro mi sono messo a cercare se esistevano statistiche inerenti il rapporto fra visite ed acquisti (dicasi conversione, nel linguaggio del web marketing) per portali italiani di e-commerce.

Cercando cercando, oltre a sporadiche valutazioni in merito, ho trovato questo thread che reputo molto interessante anche per la fonte di provenienza (diretti interessati e addetti ai lavori) in cui arriva alla conclusione che realisticamente possiamo prospettare una conversione media di acquisto dell'1% (l'un per cento) rispetto ai visitatori di un portale italiano di e-commerce.

Precisazioni a tal riguardo?

Enrico Bisenzi

Inserito il 25 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

In bocca al lupo all'esperto accessibilità della PA

L'AVVISO n. 07/2011 sulla "Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super junior, di Esperto in tecnologie sull’accessibilità dei siti web nelle Amministrazioni Pubbliche" ci ricorda testualmente che: "I siti web delle PA, che hanno ottenuto il dominio “.gov.it” devono rispondere anche ai requisiti di accessibilità."

Gov_it_img Provate a fare una ricerca su Google del tipo site:gov.it e divertitevi a scrutare le caratteristiche (perlopiù di netta inaccessibiltà) dei siti Web che risultano ospitati sul prestigioso dominio gov.it...

E' proprio il caso di dire: In bocca al lupo Esperto in tecnologie sull’accessibilità dei siti web nelle Amministrazioni Pubbliche!

Inserito il 24 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Validatore per PDF accessibili

Grazie a una fondazione svizzera è ora disponibile uno strumento per verificare l'accessibilità di documenti PDF.

Pdf Il sempre informato blog Biro Blu ci ricorda come l'autorevole portale svizzero sull'accessibilità Access for All abbia realizzato e messo liberamente a disposizione un software per Windows denominato PDF Accessibility Checker (PAC) capace di analizzare il livello di accessibilità di un documento PDF.

Taggatura del documento, titolazione, identificazione della lingua, strutturazione ed intestazione, ordine di lettura, alternative testuali e livelli di contrasto sono alcuni degli aspetti analizzabili con questo innovativo strumento di validazione.

Inserito il 23 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Per un forum accessibile

Un template accessibile per PhpBB è stato recentemente sviluppato da un volontario italiano.

Accessibile L'intervista su TomStardust a Francesco Carzedda sul suo template accessibile per PhpBB ci aiuta a conoscere un altro attivista italiano sul fronte dell'accessibilità Web.

La demo a disposizione non poteva che essere un forum per lo sviluppo di un template accessibile per PhpBB...

Inserito il 22 di marzo 2011
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Un podcast sull'accessibilità Web

Dritte su come realizzare Web accessiible tramite post ed interventi audio.

Webaxe La venteseisima conferenza internazionale su Technology & Persons with Disabilities quest'anno viene anticipata da un'anticipazione audio a cura
di una bellissima iniziativa sull'accessibilità Web nota come WebAxe.

Un blog ma anche un podcast di interventi audio particolarmente utile per imparare tecniche di accessibilità Web ma anche conoscere molte risorse
informative e comunicative del mondo anglosassone realizzate secondo i criteri moderni dell'accessibilità digitale.

Inserito il 21 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

La piattaforma Blogger integra le Web Apps

Molte le novità introdotte su Blogspot anche in termini di nuovo codice implementabile.

Webkit L'annuncio dato sul blog ufficiale di Google relativamente alle novità apportate per la gestione dei blog su Blogger è centrato sulle nuove possibilità di adozione template, moderazione spam, adattamento ai dispositivi mobili e molto altro.

Fra le tante novità spicca la possibilità di usufruire del Google Web Toolkit per innestare vere e proprie web apps fai da te nel blog di turno.

Inserito il 18 di marzo 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità