dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« novembre 2010 | Main | gennaio 2011 »

Web mobile da testare

Emulatori ma anche dispositivi reali online per testare un sito web mobile.

Emulator La migliore maniera di verificare la fruibilità di un sito web per dispositivi mobili è poterlo testare con tutti i dispositivi mobili esistenti ma è evidente che è sconomicamente e tecnicamente improbabile avere un set di dispositivi così ampio.

Ecco che piattaforme di emulazione come quelle raccolte su mobiForge possono essere un valido aiuto ma ancor meglio i servizi online come perfecto mobile che consentono l'accesso e l'utilizzo di veri e propri dispositivi mobili online per finalità di test.

Inserito il 31 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Viaggio al centro del corpo umano

Con i browser più moderni è possibile navigare all'interno del corpo umano.

Body_preview
Una delle ultime offerte scientifiche di Google Labs al grande pubblico è una intrigante possibilità di navigazione fra muscoli, ossa e nervi vari di un vero e proprio corpo umano.

Grazie ad un browser di ultima generazione supportato dalla tecnologia WebGL è possibile scoprire come siamo fatti sotto la pelle domandandosi nel frattempo quale prossima frontiera i laboratori di Google staranno ipotizzando di oltrepassare grazie alla tecnologia digitale.

Inserito il 30 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Web 2.0 e social network

Un tutorial su come affrontare i media social con particolare attenzione al cross-cultural.

Marketing Bisogna appiattirsi su facebook e dintorni oppure cercare di interpretare i vari strumenti social per valorizzare la nostra comunicazione digitale?

Il tutorial Web 2.0 e social network cerca in qualche maniera di rispondere a questa stategica domanda dando qualche dritta tecnica - ad esempio su quali software adoperare per gestire al meglio i propri profili sociali magari multipli - ma anche ponendo qualche interrogativo su dove e come si stanno diffondendo realmente i social network.

Inserito il 29 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Font Open Source

Con i css è possibile migliorare gli aspetti tipografici di un sito Web anche grazie alle opportunità open source.

Css Fra i tanti blog in italiano sul web editing quello di Tom St@rdust emerge per semplicità ed efficacia di esposizione dei contenuti.

Anche uno degli ultimi articoli sulle opportunità del @font-face riesce molto utile per capire le funzionalità tipografiche dei css ma anche per beneficiare dei tanti repository open source presenti in Rete che possono contribuire a rendere le nostre pagine web decisamente più intriganti ed originali sotto un profilo grafico.

Inserito il 28 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Biglietti da visita QR

Il codice QR viene applicato sempre più spesso e nei campi più diversi.

Qrnote Chi lo avrebbe pensato che in questa era di 3D, coloratissimi plasma e led un quadratino in bianco e nero bidimensionale attirasse così tanta attenzione?

Eppure il codice QR viene usato nelle maniera più disparate e ad esempio anche come biglietto da visita multimediale appoggiandosi magari ad un servizio come QRnote che permette di creare facilmente un sito web mobile ed associarlo ad un codice QR: comodo e al tempo stesso utile no?

Inserito il 27 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

La biblioteca digitale è realtà in Italia

In molte biblioteche italiane parte un servizio per la consultazione di ebook.

Audiolibri E' innegabile che gli ebook concorrano decisamente alla piccola rivoluzione digitale a cui stiamo assistendo in termini di costumi sociali e consumi di servizi digitali - fortunatamente - anche culturali.

In questo scenario merita sicuramente attenzione l'iniziativa Media Library Online che consente gratuitamente ed anzi n collaborazione di molte biblioteche italiane di consultare ebook, usufruire di servizi di e-learning, sfogliare periodici e quotidiani, accedere a bache dati online di vario tipo.

Andare a fare una passeggiata alla biblioteca dietro casa sarà ancora una pratica utile e piacevole nel nuovo millennio appena iniziato ma la possibilità di accedere dalla stessa biblioteca (o magari anche da casa propria) ad uno sterminato catalogo di sapere online catalogato e strutturato diventa una realtà anch'essa piacevole da vivere.

Inserito il 24 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Quale sarà il linguaggio del 2011?

Vechi e nuovi media si contenderanno il predominio della comunicazione nel prossimo anno.

Quale linguaggio si affermerà su ipad, tablet da 9 o più pollici? Flash sopravviverà all'attacco frontale di Apple e dell'html5?

Le sempre più inflazionate apps saranno un valido alletato del cloud computing per scippare dai nostri computer ram, risorse di calcolo e soprattutto software?

Vecchi linguaggi ma sempre magicamente immaginifici come la fotografia riusciranno a rinascere sotto nuove forme oppure sarà definitivamente archiviata dal popolarissimo photoshop?

La formazione rimarrà un processo condizionato dalla presenza reale di discenti o docenti oppure a cominciare dai nuovi linguaggi del software libero ci sarà una decisa migrazione verso piattaforme e procedure di e-learning?

Qualsiasi cosa succeda, speriamo di affrontare il futuro digitale in buona compagnia mantenendo la capacità ciritica di lettura dell'esistente...

Inserito il 24 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Kinect libera tutti

Tecnologie liberatorie e caps lock negati.

La leggenda vuole che l'innovativo Kinect sia approdato a Microsoft dopo essere stato snobbato da Nintendo ed Apple (quando si dice il fiuto...) perchè evidentemente non sempre le rivoluzioni tecnologiche sono riconosciute come tali al primo impatto.

Eppure, indipendentemente da chi l'ha realizzata o promossa per la prima volta, la prima interfaccia uomo-macchina senza periferiche di contatto fisico in mezzo è una vera rivoluzione tecnologica e di quelle che hanno il sapore di libertà (che bello comunicare con un computer agitando il proprio corpo nudo senza orpelli hardware...).

Donut_face Già perchè non tutte le novità tecnologiche hanno la stessa indole liberatoria: basti pensare alla giustificazione per l'eliminazione (poi rientrata) del caps lock dal prossimo netbook di Google (NON BISOGNA GRIDARE NELLE CHAT E NEI FORUM!) per rendersi conto di come le tecnologie possono indurre comportamenti di un certo tipo e da un certo punto di vista liberarci oppure costringerci (nel senso di costrizione appunto...).

E basta vedere il volto simpatico di uno dei maggiori creatori della Kinect e leggere il suo bizzarro blog Procrastineering (laicamente posizionato su blogspot) per divertirsi ad immaginare i prossimi immaginifici passi delle interfacce uomo-macchina che speriamo vadano sempre nel senso di una maggiore espansione della propria ed altrui libertà d'espressione.

Inserito il 23 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

La mappa 2010 dei social network nel mondo

L'ultimo aggiornamento della World Map of Social Networks rivela una situazione molto più variegata del previsto.

Socialmap Una recente immagine delle amicizie trasmessa da Facebook stesso ha confermato che il Re è nudo: in realtà sua maestà Facebook non è padrone del mondo ma solo della parte nord-occidentale mentre il sud e l'est non sembrano guardare molto verso il faro della socialità occidentale.

Questa tesi viene confermata anche dalla ultima uscita della World Map of Social Networks che rivela come in Brasile ed in quasi tutta l'Asia Facebook deve lasciare il posto a social netowrk dal nome spesso esotico come Hyves, Zing, Vkontakte, Odnoklassniki, Maktoob, e QZone QQ.

Forse è per questo motivo che Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, è andato in Cina in vacanza, a studiare il caso Baidu (il motore di ricerca che ha surclassato Google a Pechino), Sina (blog) e China Mobile.

Inserito il 22 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Digita, traduci e pronuncia (con Google)

Alcune novità di Google Translate risultano particolarmente utili a chi lavora con le lingue.

AltTranslations L'impegno di Google nell'elaborare i linguaggi naturali è veramente impressionante...

Ennesima riprova di questo immane sforzo sono alcune migliorie del servizio di traduzione recentemente apparse su Google Translate Blog e sono nell'ordine la possibilità di digitare qualsiasi carattere speciale linguistico grazie a tastiere virtuali, la possibilità di avere alternative ad un singolo termine tradotto semplicemente cliccandoci sopra e la possibilità di ascoltare la pronuncia del testo da tradurre o del testo tradotto con voci sempre più saudenti.

Inserito il 21 di dicembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità