dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« maggio 2009 | Main | luglio 2009 »

Sottotitoli di tutto il mondo unitevi

Le piattaforme di social netorking video agevolano sempre più meccanismi di sottotiloazione e traduzione multilingua.

dotSUB  è l'ennesima riprova di come le piattaforme di social networking legate al mezzo video, dedicano molta attenzione alla necessità di titolazione multilingua dei video diffusi.

Dotsub Un mezzo globale e globalizzante come Internet non può infatti non tenere conto delle progressive ondate di nuovi utenti da tutto il mondo che certamente non parlano tutti la stessa lingua...

Inserito il 30 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pagamenti mobili

Il Web mobile comincia a creare linguaggi propri anche nel settore dei pagamenti online.

OneBip è un'ingegnosa iniziativa privata volta ad offrire ai consumatori del web mobile la possibilità di effettuare pagamenti senza ricorrere a carte di credito.

1bip Digitare sul cellulare un codice molto lungo mentre si impugna con l'altra mano la carta di credito deve essere sembrato un'impresa impossibile a questi imprenditori dell'online che collegano il credito online al nostro stesso credito telefonico: per il Web mobile, una maniera di ritagliarsi una specifica nicchia di mercato, ma soprattuto la ricerca di linguaggi propri, adatti alle esigenze di utenti in movimento.

Inserito il 29 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Web poliglotta con un semplice copia e incolla

L'ultima uscita di Google conferma la sua forte attenzione sulla questione linguistica.

Googleajaxlanguageapi Uno degli ultimi fronti aperti da Google riguarda la traduzione linguistica ed in particolare la possibilità di scrivere e tradurre in più lingue,

Le AJAX Language API non solo possono essere un valido aiuto per identificare e tradurre un testo scritto in una lingua con cui abbiamo poca o nessuna confidenza, ma anche per includere nelle nostre pagine Web una tastiera virtuale capace di scrivere in tutte le lingue del mondo (o quasi).

Inserito il 28 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Motori di ricerca e Iran

Google è il motore di ricerca che maggiormente si è impegnato nell'indicizzare le vicende iraniane.

Anche se Twitter rimane la fonte principale di notizie per le rivolte dei giovani in Iran, anche a causa della sua capacità di geolocalizzazione delle notizie, è interessante vedere quanto e come si sono impegnati i motori di ricerca nel seguire (indicizzare quindi) i fatti iraniani.

Quantitativamente parlando la query site:.ir che ci rivela quante pagine sono indicizzate appartenenti al dominio iraniano svela Google e Yahoo! come i due motori di ricerca che hanno indicizzato un numero più alto di pagine (entrambi sopra i trenta milioni).
Per quanto riguarda il canale delle news Google svetta su tutti con i suoi
57 milioni di risultati sollecitato con la query Tehran.

Neda Colpiscono, infine, i risultati relativi alla query Mousavi Iran Neda che dovrebbe in qualche modo rivelarci le fonti di informazione sui motori che hanno denunciato l'uccisione di una manifestante: oltre 7 milioni di risultati per Google che confermano la grande attenzione del mondo occidentale ai
tragici eventi di Tehran mentre ad Oriente i risultati sono numericamente molto inferiori su motori come
YandexBaidu oppure Goo ed addirittura quasi nulli su molti motori di ricerca dell'area geografica
adiacente all'Iran come Bilgi, Iranmehr, Tayait, Onkosh e Araboo; unica eccezione fra i motori di ricerca in lingua araba, capace di offire una copertura significativa alle dimostrazioni di piazza, è Arabi .

Inserito il 25 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

RanDomino, un sito web a caso

Per chi ama l'imprevisto ora esiste un motore di ricerca che pesca casualmente nel suo database di informazioni.

RanDomino è un motore di ricerca che dirotta automaticamente l'utente finale su un dominio web in modo del tutto casuale atterrando così su un centro prestigioso della Rete internet oppure nei dintorni di qualche suo oscuro margine.

Randominio Una maniera divertente di perdere tempo sul Web facendo magari qualche scoperta interessante e nel frattempo riflettere sul concetto di indicizzazione di un motore di ricerca.

Inserito il 24 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Colori per tutti

Un comodo strumento online ci permette di verificare l'efficacia comunicativa dei colori adottati dalla nostra pagina Web.

Checkmycolours  è un validatore di colori per ipovedenti molto semplice ed efficace: basta inserire l'url di una pagina Web per vedere se i relativi livelli di luminosità e contrasto incontrano le esigenze di tutte le persone (ipovedenti compresi).

Checkcolours Molto comoda la funzione di evidenziare i tratti distintivi del codice relativo all'elemento il cui contrasto ha passato o meno la verifica.

Inserito il 23 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Internet e politica

Google e Facebook fanno gli straordinari per seguire le vicende iraniane.

Farsi Mentre in Italia si continua a privilegiare l'attenzione sulle concentrazioni politiche relative al mezzo televisivo, emergono con sempre maggiore evidenza segnali di convergenza fra Web e politica.

E' infatti soprendente come la scena politica italiana continui ad accapigliarsi su monopoli ed oligopoli televisivi, mentre continua a snobbare Internet e la sua influenza sull'opinione pubblica o viceversa occuparsene in chiave antieconomicamente liberticida.

Ancora nessuna riflessione sulla necessità - per esempio - di stimolare la nascita di motori di ricerca e piattaforme di social networking alternative al panorama dei pochi attori attivi nei settori della ricerca e della condvisione di informazione e sempre più contaminati dagli eventi politici .

Se non siete d'accordo con questa analisi allora troverete l'implementazione a tempo di record da parte di GoogleFacebook della lingua farsi una mera coincidenza...

Inserito il 22 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Google Wave in anteprima

Un esperto tedesco di Google ci guida alla scoperta di Google Wave.

Google_wave Philipp Lenssen è l'autore di un famoso blog -  Google Blogoscoped - che  dal 2003 segue le evoluzioni del gigante di Mountain View.

Con un suo video (e a seguire con successivi altri due video) Philipp Lenssen ci guida alla scoperta di alcune funzionalità dell'imminenente e tanto chiacchierato pogetto di strumento di comunicazione e collaborazione online Google Wave. Leggi anche: Google Wave, l'onda lunga della comunicazione online

Inserito il 20 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

La dottrina Sarkozy al vaglio degli hacker francesi?

Ruolo politico e sociale di copyright e brevetti al centro dei dibattiti del prossimo hackmeeting francese.

Hackspace Hacker Space Festival si terrà come da tradizione degli hackmeeting d'estate (più precisamente fine giugno) e sempre come da tradizione - pur essendo l'organizzazione orgogliosamente francese - si annuncia una partecipazione europea molto ricca (la delegazione italiana sarà capitanata dall'inossidabile Jaromil).Hackspace

Molta curiosità ed aspettativa su come gli hacker francesi spalleggiati da complici di tutta Europa affronteranno la questione della dottrina Sarkozy .

Inserito il 18 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Nel segno della Rete

Con Opera Unite l'azienda norvegese si conferma un'interprete dello spirito originario di Internet.

Opera Unite  non è un mero aggiornamento del browser Opera con la condivisione file, ma una risposta ad alcune politiche di accentramento delle attività di Internet degli ultimi tempi.

Opera-unite I servizi più popolari quali Google, Facebook, YouTube o Twitter sono tutti servizi dipendenti da reti di server gestiti da grandi Internet companies mentre la possibilità di ospitare un sito Web (server Web) così come chattare o usufruire e condividere file di qualsiasi tipo semplicemente grazie alle proprie - indivuiduali - risorse digitali, riconduce a quel senso di autonomia comunicativa che peraltro ha fatto proprio la fortuna di Internet.

Inserito il 17 di giugno 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità