dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« marzo 2009 | Main | maggio 2009 »

La coscienza collettiva di Internet

Ecco Twitter in versione acquario in cui gli utenti sono pesci alla ricerca di identità e legami di affinità.

Una rappresentazione grafica tridimensionale di Twitter allude alla possibilità di rappresentare in qualche maniera il pensiero corrente su Internet.

Minsh è un acquario in cui ogni utente-pesce di Twitter espone visivamente i propri interessi e quindi l'acquario diventa - secondo gli autori di Minsh - il pensiero corrente di Internet.

Inserito il 29 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Anche Twitter si fa accessibile

Una versione speciale di Twitter si affaccia sul Web per andare incontro alle esigenze delle persone con disabilità.

Un famoso programmatore impegnato nel realizzare interfacce accessibili si è recentemente profuso nel realizzare un prototipo di interfaccia per permettere alle persone con disabilità di usare Twitter in maniera accessibile .

Accessible_twitter Scorciatoie da tastiera, tag di titolazione e strutturali ottimizzati per agevolare l'interpetazione degli screen-reader, grandi dimensioni delle font e contrasti spinti per l'interfaccia di default, contatore anche audio per avvertire l'imminente fine della disponibilità dei caratteri per cinguettare (twitter), sono alcune delle caratteristiche implementate dal valente programmatore Dennis Lembree.

Leggi anche: Facebook, Twitter, MySpace: mai più senza

Inserito il 28 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Che paas per la Rete?

A tre anni di distanza dalla sua nascita il progetto toscano La Rete è per tutti si può considerare un successo.

Un punto di accesso pubblico ad Internet in cui trovare per almeno un'ora al giorno la connessione gratutita con assistenza formativa e corredato di servizi stampa e multimediali: un'utopia che in Toscana ha preso sempre più campo attraverso gli oltre 250 Punti per l'Accesso Assistito ai Servizi e a internet (PAAS ) dislocati in comuni grandi e piccoli, dal Comune di Abbadia San Salvatore di Siena al Comune di Zeri di Massa (il primo e l'ultimo in ordine alfabetico interessati dal progetto di e-inclusion).

Paas Una spallata al digital divide realizzata grazie al contributo di comuni, circoli e associazioni che hanno messo a disposizione risorse umane e locali dove accogliere gli oltre ventottomila cittadini, giovani (soprattutto) ed anziani, turisti e migranti che usufruiscono quotidianamente del servizio Paas.

Particolare attenzione è stata posta da molti comuni ed associazioni nel favorire la formazione e l'accesso alla Rete di migranti come ad esempio il Laboratorio di fotografia digitale rivolto ai minori stranieri accolti presso il Centro Mercede e la Casa Famiglia Don Zeno

Inserito il 27 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

L'utente finale è nudo

Grazie ad un innovativo servizio di Web analytics possiamo spiare i movimenti dei nostri visitatori.

Nel panorama di servizi di Web analytics emerge Click Tale, attraverso cui è possibile monitorare i movimenti dell'utenza finale su un sito Web.

Clicktale Non si tratta di semplici heatmap realizzate sull'analisi dei collegamenti più usati e neanche è necessario far indossare ai vostri utenti un ingombrante apparecchio di eyetracking ma più semplicemente l'adozione di un codice javascript su ogni pagina del sito Web da monitorare.

Accorgimento abbastanza impegnativo a livello di risorse messe in campo (anche economiche dato che la versione free è abbastanza ridotta) ,ma comunque può fare la felicità di tanti studiosi di usabilità Web e Webmaster particolarmente "morbosi" e desiderosi di sapere cosa fanno di preciso gli utenti che visitano i loro siti Web.

Inserito il 26 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Facebook si pone il problema dell'accessibilità

Le piattaforme di social networking cominciano a porsi il problema di come intercettare l'utenza con disabilità.

Facebook Sempre più spesso le associazioni di persone con disabilità pongono il problema dell'accessibilità delle piattaforme di social networking riuscendo in alcuni casi ad attirare l'attenzione dei big del Web 2.0.

Sulla pagina del Centro di assistenza per l'accessibilità di Facebook, oltre al collegamento all'helpdesk specifico sull'accessibilità, si trovano indicazioni sul captcha di tipo audio, il collegamento alla versione mobile, la versione no javascript del Gift Shop, suggerimenti per le funzionalità di zoom con i vari browser, raccomandazioni sull'uso di titolazioni per le immagini (caption), mappatura delle scorciatoie da tastiera.

Leggi: Facebook, MySpace Twitter: mai più senza

Inserito il 23 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Cartoni Web animati in condivisione

Produrre un'animazione e condividerla sul Web è ora possibile grazie ad un servizio gratuito online.

Il Web e Java sono due formidabili meta-linguaggi la cui interazione spesso produce strumenti soprendenti.

E' il caso di Doink che permette di (imparare a) realizzare cartoni animati e condividerli con altri utenti.

Animation Tutorial for DoInk.com from Aaron White on Vimeo.

Inserito il 22 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Manuale per l'interazione con gli utenti del Web culturale

Per tecnici ed amministratori di musei ed enti culturali, ora è disponibile una guida in Italiano per la valorizzazione sul Web del proprio operato.

Curato dal MINERVA EC Working Group “Quality, Accessibility and Usability” , esce anche in versione italiana la versione integrale in Pdf del Manuale per l'interazione con gli utenti del Web culturale .

USERNEEDS Una guida corposa (oltre duecento pagine) sulle opportunità comunicative offerte dal Web agli enti culturali, ma anche sulle tecniche di monitoraggio del gradimento dell'utenza finale che naviga sui siti di musei e gallerie d'arte.

Inserito il 21 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Dentro un Google data center

Un video su YouTube svela l'apparato industriale che risponde alle nostre interrogazioni quotidiane sul Web.

Immaginate una specie di costruzione lego di container pieni zeppi di server alimentati da un'apposita centralina elettrica e raffreddati da complessi sistemi di raffreddamento.


Cavi, cavi e ancora cavi di connessione ed il tutto sorvegliato e manutenuto da bizzarri tecnici che si spostano in monopattino: vedere per credere...

Leggi anche: Google si costruisce il server per i propri data center

Inserito il 20 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Sfida Open Source a Google Analytics

Un software open source permette di avere le funzionalità di web analytics salvaguardando i propri dati statistici.

Piwik Avere un servizio di analytics abilitato sul proprio sito Web al fine di comprendere chi e come ci visita è diventato oramai indispensabile.

Piwik  mira a diventare l'alternativa Open Source a Google Analytics cercando di offrire gli stessi rilevamenti statistici ma con una marcia in più: i dati non vengono più regalati a data center di Google ma rimangono custoditi sul proprio Web server.

Inserito il 17 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Software didattico per i più piccoli

L'Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR mette a disposzione uno strumento live per la didattica dei primi tre livelli scolari.

So.Di.Linux  evolve e nella sua ultima versione si offre come DVD live per Linux contenente una sempre più ricca repository di software didattici.

Sodi-linux Simulazione di un planetario, foglio interattivo per il disegno e lo studio dinamico della geometria, editor per la notazione musicale, programma per l'apprendimento della tavola periodica degli elementi, programma di esercitazione con il calcolo delle frazioni, sono solo alcuni degli applicativi didattici il cui accesso è facilitato da un'interfaccia Web sviluppata secondo i criteri Design for all e supportata da funzioni di accessibilità quali contrasto elevato ed ingrandimento, sintesi vocale, terminale Braille, accessi facilitati da tastiera.

Inserito il 16 di aprile 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità