dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« gennaio 2009 | Main | marzo 2009 »

Le raccomandazioni W3c sull'accessibilità

Un tutorial in inglese spiega chiaramente come applicare le nuove raccomandazioni W3C sull'accessibilità.

Le Wcag 2.0 hanno riscosso molto interesse ed attenzione, ma risulta difficile una comprensione delle medesime da parte dei non addetti ai lavori.

Webaim Il linguaggio formale e spesso cervellotico del W3Consortium paradossalmente rappresenta un ostacolo anch'esso di accessibilità per chi vuole accogliere le nuove raccomandazioni sull'accessibilità Web.

Per questa ragione, il tutorial di WebAim sulle Wcag 2.0 ricco di spiegazioni semplici corredate di esempi - anche se in inglese - rappresenta una risorsa informativa importante per chiunque voglia restaurare il proprio sito Web in senso accessibile.

Inserito il 27 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

iPhone come Web server

Alcuni ricercatori giapponesi sono riusciti nell'intento di trasformare l'iPhone di Apple in un Web server.

Iphonewebserver ServersMan per ora è disponibile solo dagli App Store giapponesi, ma questa forte innovazione tecnologica potrebbe presto attraversare gli oceani ed anche contaminare altri sistemi operativi con appositi port: si tratta della possibilità di trasformare l'iPhone in un server Web grazie al quale scaricare o uploadare file tramite Internet o attraverso una Rete locale.

Ennesima dimostrazione di come la tecnologia mobile ed il Web abbiano sempre più punti d'incontro.

Leggi anche: La convergenza spinge Nokia nel mercato notebook

Inserito il 26 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Normative accessibilità Web a confronto

Uno studio sulle corrispondenze fra le varie normative sull'accessibilità aiuta a comprenderle meglio.

Lo studio italiano Corrispondenza tra legge Stanca, Section 508 e WCAG è un po' datato ma rimane comunque uno strumento utile per facilitare la comprensione delle principali normative sull'accessibilità Web: quella del W3C, la storica ed autorevole 508 americana e la nostra Legge Stanca.

Web_2.0_Map Nel confronto con la legge americana - che pure è stata utilizzata efficacemente per rendere il Web più accessibile nel mondo anglosassone da sempre sensibile all'argomento  - salta agli occhi come il legislatore americano non abbia voluto adottare quelle norme restrittive su contrasto dei colori, validità sintattica, layout liquido e tabellare che hanno scoraggiato spesso e volentieri gli sviluppatori italiani a rispettare la nostra normativa.

Inserito il 25 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Google scopre l'acqua calda

Uno studio su dove cade l'attenzione degli utenti dei motori di ricerca conferma la scarsa attrattiva delle inserzioni commerciali.

Goldentriangle Le tecniche di eye-tracking sono comuni nel mondo produttivo anglosassone per cercare di capire il comportamento degli utenti sui siti Web.

Uno studio di tipo eye-tracking di Google ha confermato la regola della cosiddetta F che vede l'attenzione dell'utente concentrata in alto a sinistra dei risultati offerti.

Tutto ciò, in teoria, va a scapito delle inserzioni commerciali (della classe Adwords) che perlopiù vengono offerte sulla colonna di destra.

Inserito il 24 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (3) | TrackBack

Scorciatoie per un Web accessibile

Ecco un elenco di strumenti facili ed efficaci per semplificarsi la vita nel costruire Web accessibile.

Accessify Accessify è una meritoria iniziativa di sviluppatori californiani che hanno messo liberamente a disposizione una rassegna di strumenti utilissimi per Webmaster.

Particolare attenzione è stata spesa per i bisogni di realizzazione di un Web accessibile con strumenti che facilitano - per esempio - la creazione di tabelle dati o finestre pop-up accessibili.

Inserito il 23 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Il trashware in Italia

Recuperare hardware obsoleto per supportare progetti di alto valore sociale diventa una pratica sempre più diffusa in Italia.

Il trashware in Italia si sta progressivamente diffondendo soprattutto grazie alle comunità locali di linuxisti.

Golem Dalla Sicilia alla Valle D'Aosta sono sempre più nmerosi i gruppi che si impegnano nel riciclare hardware obsoleto.

Uno per tutti il toscano Golem attivo fin dal 2000 nel rigenerare e fornire computer perfettamente funzionanti a popolazioni in difficoltà come nel caso del popolo Sharawi, Benin e la Somalia ma anche a supporto di numerosissimi progetti locali a favore di associazioni ed enti locali (Legambiente, Auser, parrocchie, scuole elementari e dell'infanzia, biblioteche).

Inserito il 20 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Dalla parte degli screen-reader

Una importante indagine sull'utilizzo del Web da parte di utilizzatori di screen-reader, rivela evoluzioni importanti di questi dispositivi.

WebAIM è una delle tante, autorevoli e meritorie iniziative statunitensi di ricerca sul Web accessibile: recentemente ha pubblicato uno studio sulle abitudini delle persone che utilizzano screen-reader con risultati statistici per certi versi sorprendenti.

Lo studio evidenzia come le persone non vedenti stanno diventando sempre più disinvolte nel navigare il Web; molte caratteristiche che nel passato erano considerate ostacoli insormontabili, vengono ora utilizzate con disinvoltura dalle persone con disabilità.

I link differenti con testo ripetuto ed i frame, oramai, non sono considerati un ostacolo dalla maggior parte degli utenti e persino il Web 2.0 non viene considerato dai più una caratteristica troppo inaccessibile!

Pop-up, flash e Pdf vengono invece ancora mal digeriti dalla maggioranza degli utilizzatori di screen-reader.

Screenreader D'altro canto, alcune facilitazioni pensate per le persone non vedenti sono ancora preferite dalla maggioranza degli utenti: è il caso di salta menù, intestazioni strutturali e versioni solo testo, mentre perdono sempre più interesse accorgimenti come le scorciatoie da tastiera e le site map.

Interessantissimo anche il dato dei 74% di utenti che utilizzano Jaws ed il 39% e 6% che utilizzano rispettivamente anche Firefox e Safari come browser da abbinare allo screen-reader facendo crollare così una convinzione di monopolio in un settore, pur così specializzato e di nicchia, come quello dei lettori di schermo per persone con disabilità visive.

Inserito il 19 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Firefox dietro le quinte

Un'estensione per Firefox semplifica le configurazioni avanzate del browser emergente del momento.

About-config Firefox sta conquistando rapidamente terreno nella guerra dei browser anche grazie alle sue innumerevoli ed utilissime estensioni.

Gui:config è una curiosa estensione che ci consente di utilizzare il noto ma delicato comando about: config con maggiore consapevolezza visuale della sue potenzialità.

Inserito il 18 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

I salva Web

Sempre più gruppi auto-organizzati si pongono il problema della memoria digitale.

Archiveteam Archive Team  è solo l'ultimo di una nutrita serie di gruppi auto-organizzati in Rete che si stanno ponendo in modo serio il problema della salvaguardia della memoria digitale nell'era di Internet.

Un grido d'allarme della cittadinanza digitale che per ora rimane del tutto inascoltata da parte delle istituzioni.

Inserito il 17 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Browser per bambini

Navigare su Internet, ma anche giocare online in sicurezza, sono attività accessibili anche ai bimbi più piccoli.

Kid Rocket è un'applicazione free per Windows che offre navigazione Web e giochi online a misura di bambino.

Kidrocket Sono molto comode le caratteristiche di portabilità (non richiede installazione), di blocca schermo, e stop delle attività a tempo: permettono di programmare un utilizzo definito nel tempo del Pc per i più piccoli.


 

Inserito il 16 di febbraio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità