dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« agosto 2008 | Main | ottobre 2008 »

Archivi sociali a raccolta sulla memoria digitale

Da Firenze proviene una proposta di riunione nazionale degli archivi storici, politici e sociali italiani, riguardo alla necessità di promuovere il patrimonio cartaceo accumulato, ma anche di adeguare le proprie attività all’evoluzione tecnologica digitale.

A99Fin dagli anni ‘90 molte cronache, narrazioni, sperimentazioni artistiche e riflessioni politiche sono state riversate su Internet piuttosto che sulla carta stampata.
Soprattutto quei settori che hanno meno mezzi economici, ma anche meno affinità col supporto cartaceo e maggiore dimestichezza con le nuove tecnologie si affidano al Web, agli archivi video e audio per raccontare il loro vissuto artistico e politico.
Contemporaneamente gli archivi cartacei, preziosissimi custodi di eventi e pensieri di anni passati, non riescono - soprattutto per motivi economici - ad approfittare delle potenzialità offerte dal digitale per riprodurre e diffondere il loro bagaglio culturale.

La volatilità dei supporti digitali e la scarsa capacità di penetrazione nel sociale di archivi solamente cartacei sono le due facce di una stesso problema costituito dalla marginalizzazione di racconti e pensieri che non siano funzionali al cosiddetto pensiero dominante.
Testimonianze cartacee di eventi storici molto significativi rimangono sepolti in archivi dimenticati dalla società civile, mentre la contemporaneità culturale, artistica e politica, che si può ritrovare quasi esclusivamente su Internet, rischia un oblio irreversibile.
E’ necessario mettere in moto un processo di digitalizzazione di archivi cartacei rari ma anche, contemporaneamente, delle procedure di backup e storage del digitale culturale e sociale esistente.

Sul fronte del digitale, i supporti hanno conosciuto un'evoluzione rapidissima: il vinile ha lasciato il posto ai nastri magnetici, poi sono arrivate le cassette Vhs, i floppy disk ed a seguire gli hard-disk, i cd-rom, dvd, blue-ray eccetera.

Non ogni era, ma ogni effimero periodo della nostra contemporaneità vede affermarsi il predominio di un supporto digitale che dopo pochi anni lascia il posto (e le funzioni di comunicazione!) ad altri supporti che negli anni diventano inservibili a causa della loro veloce decadenza fisica, ma anche a causa della scomparsa di lettori capaci di leggere vecchi supporti (un tempo analogici ed oramai esclusivamente digitali).
Documenti testuali, ma anche audio e video vengono generati, riprodotti e trasmessi attraverso formati che negli anni diventano inservibili a causa dell’incapacità dei nuovi software di leggere i vecchi formati digitali. Il problema si aggrava se si fa riferimento a standard chiusi e proprietari dei documenti e non si usufruisce del movimento del software libero e dei formati aperti dei documenti.

Le istituzioni e le fondazioni culturali si devono far carico di questo emergente problema dell’oblio digitale della cultura prodotta dagli ‘90 in poi, così come della necessità di rimettere in un circuito comunicativo (digitale) efficace quegli archivi cartacei che altrimenti sono destinati ad una funzione di mera conservazione del sapere (pur importante).

C’è un problema enorme da affrontare e su cui discutere di conservazione delle ‘opere’ digitali, ma al tempo stesso anche la necessità di riflettere sulla maniera migliore di effettuare una procedura di narrazione di queste opere nel sociale ed in alcuni casi vi è la necessità di restauro delle medesime secondo standard liberi e aperti che consentano la loro riproduzione e fruizione nel tempo.

Per queste ragioni l’Archivio Sessantotto di Firenze che ha deciso recentemente di ospitare un Laboratorio sulla memoria digitale all’interno dei suoi locali e delle sue attività, invita tutt@ coloro che sono interessat@ alla conservazione e riproduzione della memoria ad un incontro tecnico di confronto pubblico da tenersi presso lo spazio dibattiti attiguo alla sede dell’Archivio ‘68 di via G. Orsini 44 Firenze il giorno 8 novembre 2008 dalle ore 10:00.

Inserito il 30 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Joomla Fap, uscita stabile

Un CMS realizzato secondo i parametri della legge Stanca esce finalmente con una versione - considerata dagli sviluppatori - stabile.

Joomla_logoJoomlaFAP 1.5 è un progetto per la realizzazione di una versione accessibile di Joomla! 1.5 creata da Joomla.it secondo le specifiche della legge italiana sull'accessibilità (Legge Stanca, 9 gennaio 2004, n. 4). Il team di sviluppo ha dichiarato che a release di recente distribuzione è una versione da considerare stabile.

Inserito il 29 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Un po' di sale sul Web

Come diventare Beppe Grillo è uno dei seminari - imperdibili - che si terranno all'ahaCamping di Venezia.

AhacamperSi svolge il 3, 4, 5 ottobe al S.A.L.E. Docks di Venezia (Magazzini del sale, Dorsoduro 187-188) l'ahaCamping: un evento tecno-comunitario al centro del quale ci saranno temi come l'analisi del Web 2.0 (in termini economici, sociali e tecnologici) e i rapporti fra attivita' artistica e tecnologie digitali.

Adottando la stessa strategia degli hackmeeting, l'ahaCamping viene organizzato e gestito direttamente dai partecipanti, che possono proporre seminari o progetti che intendono condividere, tanto sulla lista quanto sul wiki, aperto e libero, creato appositamente per l'occasione: uno spazio nomade che offre ulteriori possibilita' rispetto alla lista per condividere progetti, idee, file, video, documenti, musica eccetera

Fra i molti seminari ospitati spicca quello offerto dal gruppo immaginario Les Liens Invisibles che coinvolgerà i partecipanti all'incontro in un paradossale esperimento teorico-pratico attraverso l'appropriazione di una delle icone più controverse delle scenario fantapolitico italiano.

Inserito il 26 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Webcam da tutto il mondo

Curiosità e panorami di tutto il mondo sono ora a portata di clic.

FisgoniaFisgonia è un portale di webcam puntate su ogni angolo remoto del pianeta.

Particolarmente utile è la suddivisione per categorie dove si può scorgere, per esempio, la quotidianità di animali anche rari, così come anche la ricerca per paesi. Non manca una ricca selezione di webcam dall'Italia.

Proprio ieri il Garante della Privacy ha lamentato una eccessiva videosorveglianza, con telecamere che riversano aNCHE su Internet, non sempre in regola con la normativa italiana.

Inserito il 25 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Leggere e scrivere il Web con Firefox

Non solo navigare, ma anche analizzare e scrivere il Web, diventa più semplice con Firefox.

YslowL'ulltimo aggiornamento del plug-in Firebug conferma la bontà di questo strumento per analizzare, ma anche modificare il Web prodotto.

Oltre a funzionalità comuni e avanzate per lo sviluppo di html, css e javascript, dalla sezione Console, sono utilissime  le possibilità di individuare bug del codice prodotto, nonché analizzare la qualità del medesimo sotto il profilo - per esempio - dei tempi di scaricamento degli oggetti Web assemblati.

Addirittura, aggiungendo add-on su add-on è possibile usufruire di un avanzato strumento di analisi-YSlow capace di realizzare report secondo i parametri di qualità proposti da Yahoo! per gli sviluppatori del Web.

Inserito il 24 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Simulare Chrome con Firefox

Boom di estensioni Firefox per apparire come Chrome, senza però esserlo veramente.

Chromethemefirefox3Chrome Package e Chromifox sono due nuovissime estensioni di Firefox con un obiettivo particolarissimo: mantenere Mozilla come browser, ma apparire come Chrome...

Ideali per utenti linux e mac che non vogliono sentirsi fuori moda ma al tempo stesso non regalare niente (se non l'immagine) al Google-impero, ora completo di Google-fonino G1 su Htc.

Inserito il 23 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

HackIT 08 a Palermo

Il tradizionale appuntamento annuale degli hacker italiani si sposta nuovamente nel profondo Sud.

Lanspace Arrivato all'ottava edizione l'hackmeeting italiano torna nuovamente in Sicilia e precisamente a Palermo dal 26 al 28 settembre.

Dopo l'epica edizione catanese del 2001, ben supportata dal locale Freaknet Media Lab e quella del 2005 a Napoli, hackIT torna al profondo Sud e come da tradizione in un centro sociale autogestito.

Anche quest'anno è ricchissimo il programma dei seminari con il consueto riguardo all'evoluzione del Web in particolare con il seminario Web 3.0: un seminario su cio' che potrebbe essere un “next step”; un percorso fra nuovi standard, nuove tecnologie, nuovi desideri che potrebbero cambiare il web, Internet tutto, e il modo di accedere alle informazioni.
Si parlera' ovviamente di Semantic Web, ontologie, linguaggi e teorie sui grafi, microformati, data portability: un web orientato ai servizi, un web usabile ed “eseguibile”.

Inserito il 22 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Qik e la realtà è sul Web

Un nuovo servizio semplice quanto sorprendente permette lo streaming sul Web, dal cellulare,  in tempo reale.

Accessibile da tutti gli angoli - anche i più remoti - del pianeta, Qik permette di condividere i video realizzati dal proprio telefonino in tempo reale sul Web.

E' facile immaginare utilizzi irriverenti e magari molesti di questa ennesima trovata tecnologica, tuttavia, al tempo stesso, colpisce l'efficacia comunicativa di questa idea di convergenza: la connessione dei due fra i più potenti mezzi di comunicazione di massa dei nostri tempi: Internet e il telefono cellulare.

Inserito il 19 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Spengi il Pc con un Sms

Sempre più cose possono essere fatte sul telefonino attraverso Internet, ma è anche più facile la comunicazione fra un computer in Internet ed un telefonino.

Shut_down_2Un accorgimento relativamente semplice - circolato di recente in Rete - per spengere il pc con un SMS ci fa riflettere su quali e quante potranno essere le funzioni comandabili da cellulare, grazie ad Internet, durante la nostra quotidianità tecnologica. Sperando che il tutto sia a prova di sicurezza...

Inserito il 18 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Ftp facile con Firefox

Ecco come i browser stanno diventando strumenti completi per la gestione del Web.

FireftpIl Web sta diventando sempre più Fire-qualcosa, dove qualcosa sta per gli add-on (estensioni) di Firefox, con i quali gli utenti vanno a semplificarsi la vita e la sopravvivenza sul Web.

FireFTP ne è un buon esempio: è capace di sostituire le funzionalità di più blasonati client FTP e permette ai Webmaster di trasferire file per la costruzione di siti Web.

Inserito il 17 di settembre 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pubblicità