dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« settembre 2007 | Main | novembre 2007 »

Webmaster: questi sconosciuti

Oltre trentamila professionisti del Web sono stati intervistati fra aprile e maggio 2007 per scoprirne caratteristiche ed aspirazioni.
A List Apart è una comunità di svilupattori del Web fra le più riconosciute ed apprezzate al mondo ed anche per questo l'indagine statistica svolta da questa apprezzata isola di programmatori del Web su chi sia Webmaster nel 2007, riveste un'importanza notevole.
Disponibile in versione integrale in Pdf l'analisi svolta fa emergere una età media di 25-32 anni per i Webmaster intervistati, quasi tutti maschi (la maggior parte delle donne sono impegnate nel settore redazionale del Web) e bianchi: in definitiva una sorta di ritratto Wasp in salsa digitale.
Solo la metà ha compiuto studi inerenti alla professione Web, mentre i tre quarti tengono un blog personale sull'argomento che trattano.

Inserito il 30 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Video accessibile per tutti?

Sorprende l'alleanza dei big del Web e dei motori di ricerca per risolvere i problemi di accessibilità dei video online.
AOL, Google, Microsoft, Yahoo si sono tutti uniti nello sforzo di migliorare le titolazioni e le sottotitolazionni dei video online (in gergo tecnico captioning).
La scelta del Center for Accessibile Media come partner tecnologico nella difficile sfida di rendere accessibili a sordi e sordastri i video su Internet è un annuncio per certi versi clamoroso e dimostra che è possibile superare il concetto di concorrenza a favore di quello di pubblica utilità.

V

Inserito il 29 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

L'open source al Festival della Creatività

Si conclude il Festival della Creatività di Firenze, dove il modello Open Source ha fatto la parte del leone: nella forma e nella sostanza.
Tra gli stand presenti al Festival fiorentino sulla Creatività - quello dell'Accademia di Carrara era fra le proposte con maggiore personalità - era evidente l'attenzione crescente al mondo dell'Open Source e del software libero.
Numerosi i seminari dedicati al modello del Free software: innanzitutto spiccavano il Linux Day ed il seminario sulla libertà d'espressione attraverso i blog ma soprattutto è piaciuta l'adozione del modello free per il funzionamento stesso del festival.
Il software libero - economicamente - è un servizio gratuito di base ma che offre possibilità di lavoro per chi riesce a personalizzare servizi ad hoc: il festival ha sposato - con successo - lo stesso modello Free con ingressi, esposizione e seminari gratuiti, mentre erano a pagamento pranzi, cene, bevute e spettacoli speciali. Il raddoppio o quasi delle presenze è stato un successo sui cui riflettere, all'insegna dell'Open source.

Inserito il 28 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Traffico Internet in aumento

Due interessanti studi della Cisco prevedono nel 2008 più traffico internet da casa che dalle aziende.
In uno studio prevede che il traffico internet nel suo complesso raddoppierà ogni 2 anni fino al 2011, in un secondo studio si afferma come questo aumento sarà dovuto principalmente alla fruizione di video e internet TV. La casa digitale, sempre più spesso connessa in banda larga, fa crescere Internet e, in prospettiva, genererà più traffico delle aziende.

Inserito il 25 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (3) | TrackBack

Motori di ricerca in Usa

Il panorama dei motori di ricerca negli Stati Uniti è in piena evoluzione.
Il report appena divulgato da Nielsen Online sulla diffusione dei motori di ricerca negli USA rivela una situazione in piena evoluzione.
Anche se Google mantiene il controllo di oltre metà delle ricerche online, risulta particolarmente interessante il balzo in avanti di MSN Live (12 percento) ed il panorama dei motori di ricerca alternativi alla triade Google-Yahoo!-Msn che rosicchiano - complessivamente - ben dieci punti percentuali.

Inserito il 24 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Microsoft sponsorizza il software libero

In Italia Microsoft sponsorizza un importante evento sul software libero.
Il Linux Day di Firenze sarà ospitato quest'anno da un importante evento fiorentino - QuiFree - tutto incentrato (lo si intuisce dal nome) sul software libero.
Curiosamente il principale patrocinio di questo evento - che per le numerose iniziative ospitate ha sicuramente un respiro di carattere nazionale - arriva dalla stessa Microsoft che dimostra così di essere sempre più attirata dal mondo dell'Open Source e del software libero.
L'Open Source diventa così non solo argomento sempre più presente su forum e blog ma anche oggetto di consumo sociale, se si considera la sede dell'evento - la Fortezza da Basso - è il posto più ambito e frequentato di Firenze.

Inserito il 23 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Blogger d'assalto

Chi combatte contro il traffico e problemi correlati ora ha un alleato in più: un'intera squadra di blogger d'assalto a sua disposizione.
Si occupano del traffico in città ma più in generale dei problemi di vivibilità dlle nostre metropoli ed il loro nome è tutto un programma: Traffic Kills.
Armati di foto e videocamere e soprattutto di molta creatività artistica, sviluppano discussioni sul blog per contrastare il traffico veicolare e dal blog partono anche per invadere le città con cartelli ed installazioni artistiche che si stanno diffondendo in mezza Europa. Dopo la Critical mass, organizzata via Internet, ecco una nuova realtà di protesta via blog.

Inserito il 23 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Motore di ricerca al femminile

Server Donne è una specie di Google rosa basato su un efficace motore di ricerca libero.
L'interfaccia di questa Cercatrice di Rete è chiara e funzionale, e consente una modalità di ricerca semplice, ma anche una modalità avanzata con diverse varianti grazie al supporto di mnoGoSearch distribuito sotto licenza Gpl per Linux. La possibilità di visualizzare ed utilizzare o meno la sezione categorie rende questo strumento utile e pratico per qualsiasi ricerca al femminile.

Inserito il 20 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Esplode l'uso di Internet tra i giovanissimi

Sono oltre 2 milioni e 500mila i bambini ed i ragazzi italiani tra i 3 e i 14 anni che usano il computer: il 36,2% lo utilizza per giocare e il 21,5% per studiare. Nella fascia di età tra gli 11 e i 14 anni sono oltre 530mila i ragazzi che utilizzano Internet.
Questi i dati statistici emersi da una comunicazione di ZoneAlarm (azienda impegnata nel business della sicurezza Internet) che a sua volte cita fonti Istat e diffonde quattro regole d'oro per rendere Internet sicura ai propri figli : non dialogare con sconosciuti, informarsi sull'esistenza di truffe ed email false e fraudolenti, dare precise indicazioni sui siti che possono visitare in Internet, cancellare immediatamente email e messaggi di mittenti sconosciuti e non aprire gli allegati.
Consigli di buon senso che vanno ad interessare fasce sempre più significative di popolazione giovane e giovanissime, così come emerge in effetti da alcuni dati statistici reperibili online dell'Istat (Tavola 22.13 annuario statistico liguria 2006) dai quali spicca un uso quotidiano e crescente del personal computer da parte di bambini dai 3 anni in su e di Internet da parte di giovanissimi dai 6 anni in su in tutta Italia.

Inserito il 18 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

I Radiohead in download

Scaricare In Rainbows dei Radiohead è stato facile e divertente, ma soprattutto mi ha insegnato un paio di cose.
Incontro un amico ai giardini e mi dice: "I Radiohead mi hanno complicato la vita... io glieli avrei dati volentieri venti euro per l'ultimo Cd ed invece lo hanno messo in Rete! Come faccio - io - che sono in antitesi con il computer?"
Mi trattengo dal ridere (ma non dal sorridere) e fissiamo per il sabato successivo a casa mia.
L'ultimo album dei Radiohead è liberamente scaricabile in Rete con la formula dell'offerta libera: It's up to you (Decidi tu).
Un bel sito Web semplice ma gradevole ci indirizza rapidamente verso una pagina stile carrello della spesa elettronico da cui si può scaricare liberamente l'album, ma anche fare un'offerta economica (con tanto di convertitore valuta-sterlina).
In un attimo scarichiamo l'LP ed il mio amico, subito estasiato dai primi ascolti, mi dice che la prima cosa che farà la prossima settimana sarà installare l'Adsl a casa e fare un'offerta di dieci euro ai Radiohead.
Mi sono reso conto che i Radiohead sono stati furbi e che stanno anche contribuendo all'esplosione di Internet e banda larga nelle case degli utenti (anche di quelli finora meno propensi alla tecnologia).
Enrico Bisenzi

Inserito il 17 di ottobre 2007
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Pubblicità