dicembre 2016

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Creative Commons License

« giugno 2007 | Main | settembre 2007 »

E-learning in Accademia

L'Officina di Restauro di Siti Web dell'Accademia di Carrara mette a disposizione dei propri studenti borse di studio e piattaforma di e-learning.
Per il prossimo anno accademico 2007-2008 il corso Accessibilità ed Usabilità di Siti Web della Scuola di Nuove Tecnologie dell'Arte dell'Accademia di Carrara dopo quello stilato con Firenze Tecnologia ha raggiunto altri accordi significativi con altri due partner privati.
Il Linux Certification Institute mette a disposizione due voucher formativi per un corso in presenza a Firenze sull'apprendimento base di Linux, mentre Altrascuola offre quattro accessi al corso online sull'accesso all'informazione in Rete.
Si conferma così un forte impegno della neonata ORSA (Officina di Restauro di Siti Web dell'Accademia di Carrara) a costruire un ponte fra studenti ed aziende impegnate nel settore delle nuove tecnologie dell'informazione.

Inserito il 31 di luglio 2007
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Testimonianze sulla galassia Internet

Esce un'articolata raccolta di saggi sugli aspetti politici e sociali dell'uso di Internet.
Digital divide e diritto alla banda larga, diritto di accesso alle infrastrutture e alla conoscenze: questi e molti altri gli argomenti trattati da una storica rivista impegnata nel sociale come Testimonianze (fondata da Ernesto Balducci) e che ha scelto di uscire con un numero speciale intitolato Galassia Internet.
Personalmente ho avuto la possibilità di partecipare al numero 452 di Testimonianze - insieme ad Anna Carola Freschi - affrontando la problematica della funzione dei Motori di ricerca come nuovi intermediari della sfera pubblica virtuale di massa.
Enrico Bisenzi

Inserito il 27 di luglio 2007
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Firefox conquista l'Europa, ma non l'Italia

Firefox viene scelto da quasi un terzo degli europei come browser preferito per le navigazioni sul Web. Ma ancora non fa presa in Italia.
Se nell'Europa del Nord ed in quella dell'Est Firefox si avvia a conquistare le preferenze di quasi metà della popolazione di Internet, in Italia ancora arranca sotto il 20 per cento.
Dite la vostra su chi sta vincendo la guerra dei browser magari prima sfogliando le statistiche del vostro sito alla voce browser.

Inserito il 26 di luglio 2007
Permalink | Commenti (4) | TrackBack

PA e Blog: connubio vincente?

Un recente studio americano rilancia i blog come vero e proprio servizio per i cittadini, mentre nasce in Italia il primo blog antispreco della PA.
Il Centro Studi IBM per il Business & Government di Washington ha realizzato una pubblicazione online in cui esalta i benefici di network sociali e blogging nel Settore Pubblico.
Contemporaneamente in Italia è stato inaugurato il blog antisprechi dalla Regione Lombardia nella speranza di raccogliere segnalazioni dirette dai cittadini riguardanti sprechi recepiti come ingiustificati.
L'interazione con i cittadini diventa motore di cambiamento (e miglioramento) della cosa pubblica.

Inserito il 25 di luglio 2007
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Metrica del Web: si cambia

Nielsen NetRatings ha recentemente indicato nel fattore tempo la metrica più importante per misurare il successo di un sito Web.
La più importante società di misurazione statistica del Web ha promosso il parametro del tempo di permanenza su una pagina web al rango più importante delle metriche di misurazione della qualità del Web.
Non misura più (ma soprattutto non solo) quanti visitatori provengono da tali siti e tali interrogazioni sui motori di ricerca, ma quanto si soffermano su una pagina Web.
Una conclusione di buon senso che va a premiare quei siti in cui i visitatori ci arrivano ma soprattutto si soffermano a lungo a leggerne i contenuti.
Potrebbe portare ad uno sconvolgimento degli assetti attuali ed un brusco calo degli introiti di quei siti (cosiddetti referrer) che producono molte visite ma troppo frettolose: in primis sono cadidati a rimetterci i motori di ricerca ed il loro circuito di pay per click!
Una piccola rivoluzione tutta in salsa Web 2.0 in cui il tempo e le abitudini degli utenti finali potrebbero spingere molti webmaster a rivedere le proprie strategie di presentazione e comunicazione sul Web.

Inserito il 24 di luglio 2007
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

La PA sempre più online

Innovazione, il periodico a cura del Centro Nazionale Per l'Informatica nella P.A., migra sul Web.
Molte testate (sopratutto nel mondo anglosassone) stanno scegliendo di migrare dalla carta all'online: dalle nostre parti l'ultimo è il periodico sulla innovazione tecnologica del CNIPA.
Dopo cinque anni, la rivista che ha tenuto la rotta sull'innovazione nella Pubblica Amministrazione decide coerentemente di approdare sul Web nella speranza di attrarre maggiori lettori e soprattutto stimolare maggiormente il dialogo fra gli amministratori della cosa pubblica e i cittadini.

Inserito il 23 di luglio 2007
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Radio online sintonizzabili via Web

Un motore di ricerca per radio online, ma anche un'affascinante interfaccia che recupera la funzionalità dei sintonizzatori di una volta: tutto questo è Tun3r. Se rimpiangete il piacere di ruotare la manopola di una radio vecchio stile per cercare la vostra stazione radio preferita allora tun3r è ciò che fa per voi.
Dotata di un comodo sistema di ricerca per nome, genere musicale e lingua, questa ingegnosa interfaccia web vi permette di trascinare con il mouse una linea rossa su un immaginario spettro di frequenze alla ricerca della radio online preferita.
Per una volta il web viene interpretato con efficacia e fantasia e fa bene al cuore quanto alle orecchie!

Inserito il 20 di luglio 2007
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Apriti Sesamo

I motori di ricerca sono diventati importanti strumenti di ricerca, ma bisogna conoscere le giuste parole chiave per aprire le porte della conoscenza universale.
Nell'immaginario infantile bisogna conoscere parole magiche come abracadabra o pronunciare frasi come apriti sesamo! per vedersi aprire le porte giuste ed accedere a tesori fantastici.
Oggi il tesoro più importante è l'informazione stessa (dispersa nel diluvio informativo) e gli strumenti per accedervi sono i motori di ricerca: i search engine diventano però inutili perdite di tempo se non si conoscono le parole chiave giuste con cui interrogarli.
Quante volte abbiamo letto "prova a cercare" oppure "prova a digitare" ... sui motori di ricerca e troverai quello che fa per te.
Questo succede perchè ogni singola comunità legata da interessi comuni (basti pensare ad esempio a chi si riconosce nell'identità sessuale gay) adopera un proprio specifico linguaggio fatto di parole ed espressioni spesso originali (dicasi anche gergo).
Perciò, tanto per proseguire con altri esempi, certe comunità di astronomi si appassionano ad una precisa e fantastica teoria dell'universo per ritrovare la quale è necessario cercare sui motori di ricerca L' universo è un'illusione ! Mentre chi è appassionato di e-commerce e vuole scansare siti di spam può ricavare una lista di siti da evitare interrogando in italiano Google con la parola (magica) taigrace spam.
Trovate vocabolari di parole chiave o keyword su temi specifici ed accederete a tesori di informazione inimmaginabili...

Inserito il 20 di luglio 2007
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

La Legge Stanca rema contro il Web 2.0

Un'intervista al direttore dell'ufficio italiano del W3C ci ricorda come i requisiti tecnici della legge italiana sull'accessibilità Web siano da riformare per adeguarsi all'evoluzione tecnologica del Web.
Spesso i requisiti tecnici della legge Stanca sono stati criticati per essere ambigui e contraddittori: troppo esigenti su alcuni aspetti formali tanto da pregiudicare la fattibilità di una loro applicazione.
Ad esempio il requisito numero 15 "Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati..." rappresenta un serio ostacolo per i portali di e-learning che si basano perlopiù sul javascript per molte loro funzionalità di base (monitoraggio delle attività degli utenti connessi incluso).
Ora ad affermare che il problema sollevato dal requisito 15 "è in gran parte superato, in quanto le tecnologie assistive più diffuse (eempio JAWS) nelle loro versioni più recenti non presentano problemi di incompatibilità" è Oreste Signore, ricercatore presso il CNR-ISTI e responsabile dell'Ufficio Italiano del W3C.

Inserito il 18 di luglio 2007
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Digital divide e formazione continua

Il digital divide o divario digitale fa rima sempre più spesso con cultural divide. Ma le conoscenze relative alle nuove tecnologie dell'informazione si possono acquisire anche iscrivendosi a corsi di formazione: in molti casi gratuiti.
Sareste interessati ad un Corso gratuito su linguaggi dinamici e database, arricchito magari di tutorial su grafica raster e vector nonché animazione multimediale?
Allora il corso Myweb della Scuola Superiore di Tecnologie Industriali è ciò che fa per voi, ma se invece cercate qualcosa di diverso ma sempre all'insegna del tutto gratuito - magari corsi sempre finanziati dal Fondo Sociale Europeo - allora prendete in considerazione uno dei tanti motori di ricerca di orientamento al lavoro come Jobtel.
L'offerta di corsi gratuiti - anche molto specializzati - è notevole e spesso merita la fatica di una ricerca online.

Inserito il 18 di luglio 2007
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Pubblicità